Ho sentito parlare di un luogo davvero incredibile, un’oasi di tranquillità e delicatezza in località Bulla: il Rosarium presso il Charme Hotel Uhrerhof Dëur. Un trionfo di colori, un profumo dolcissimo e un panorama maestoso nel roseto più alto d’Europa.

IMG_1238

Parto con i miei bambini da Ortisei alle 10:30 del mattino e prendo la strada che conduce a Castelrotto. Dopo qualche chilometro svolto in direzione Bulla e seguo le indicazioni per Charme Hotel Uhrerhof Dëur. Mi trovo in una frazione incantevole e tradizionale, dove il tempo sembra essersi fermato. Infatti anche l’Hotel Uhrerhof Dëur è un antico maso risalente all’anno 1612, ora ristrutturato con gusto e tradizione.

Un piccolo parcheggio mi consente di lasciare l’auto all’ingresso del Rosarium e subito veniamo avvolti da un profumo dolcissimo di rose e da una moltitudine di colori.

Incontro la proprietaria del roseto, una gentilissima signora che mi trasmette subito la passione con cui, quotidianamente, cura le sue 6.000 rose… 6.000?! Un numero incredibile di piante di tutte le specie. Il percorso è gratuito, aperto tutti i giorni da giugno a ottobre dalle 9:00 del mattino alle 18:00 di sera, visitabile senza appuntamento con offerta libera, che verrà devoluta alla cura e manutenzione delle rose.

Entrando nel roseto, mi sento come se avessi avuto la possibilità di vedere l’Eden.

IMG_1176

Mi sento in un giardino segreto, privato, lontano dal rumore, dai pensieri, dalla quotidianità, un’oasi di tranquillità e delicatezza.  Continua a leggere

Un luogo magico, dagli energizzanti contrasti. Qui troverai il buio e la luce, il fuoco e l’acqua, il suono e il silenzio. Angoli nascosti di neve anche in estate, grotte e piccole cascate, fiori e alberi dalle insolite forme. Tutto questo nel percorso alle pendici del Sassolungo.

Si parte al mattino da Santa Cristina, dove prendo una tradizionale seggiovia a due posti che dal paese porta fino al Monte Pana. Il percorso in seggiovia è divertente e rilassante, oltre che panoramico. Da qui salgo con la seggiovia a quattro posti Mont de Seura, che mi porta al crocevia dei sentieri che conducono al giro del Sassolungo. Ci sono molte possibilità di accesso al giro, la più conosciuta generalmente è quella che parte dal Passo Sella a Selva Val Gardena. Inoltre è possibile effettuare il giro in senso orario oppure antiorario. Personalmente ho scelto quella che dal Monte Pana va in direzione del Rifugio Emilio Comici.

IMG_1030

Panorama verso l’Alpe di Siusi, dalla stazione a Monte della seggiovia Mont de Seura

In questo percorso decido di seguire il sentiero più alto, quello che passa a ridosso della parete rocciosa del Sassolungo. I suoni del bosco lasciano il posto allo sgocciolio dell’acqua sulla roccia e il panorama cambia improvvisamente. La temperatura si abbassa e  alla calda luce del sole che mi aveva accompagnata fino a poco prima, subentra l’ombra.

IMG_8886

Un nevaio in piena estate

Mi ritrovo su di un nevaio, una gradita sorpresa che mi fa venire voglia di fermarmi a contemplare questo spettacolo della natura.

Continua a leggere

Pieralongia

E’ una splendida giornata di sole in Val Gardena, condizione perfetta per scoprire un nuovo luogo magico. Decidiamo di entrare nel meraviglioso Parco Naturale del Puez-Odle e la meta di oggi è la Pieralongia.
Lo dice anche il nome in ladino, che corrisponde a “pira lunga”, un imponente torrione di roccia che si affaccia su un’anfiteatro dolomitico, dagli splendidi contrasti di colori. Gli ingredienti per un’avventura in famiglia ci sono tutti. Ghiaioni di roccia bianchissima, terrazzamenti, rocce da scalare, prati verdissimi e ruscelli.  Ogni tanto si viene sorpresi dai fischi delle marmotte e lo scalpitio dei caprioli che galoppano su immensi prati fioriti.

IMG_9466

I bambini sono entusiasti perché in cima ci attende la Malga Pieralongia! Una piccola e tradizionale baita dove gustare yogurt freschissimo con marmellata, latte appena munto e torte fatte in casa.

Ma incominciamo dall’inizio! Partenza alle 10:00 del mattino.

Continua a leggere

IMG_9264

Aria

Verso le ore 19:00 il cielo diventa limpidissimo in Val Gardena, quale occasione migliore per godersi il tramonto e gli ultimi raggi del sole d’inizio estate?! Partendo da Santa Cristina Val Gardena, salgo con la macchina per la strada che porta al Monte Pana, dove un ampio e comodo parcheggio, a quest’ora gratis e completamente libero, mi attende. Davanti a me uno scenario incredibile! Le Dolomiti iniziano ad arrossare al tramonto e la luce del sole filtra tra gli alberi del bosco donando ovunque una luce calda e dorata. C’è un silenzio emozionante… sento solo il canto degli uccellini e il suono del bosco.

IMG_9212

Luce

Continua a leggere